"Sorella Acqua" Ŕ il racconto romanzato del percorso storico dell'elemento acqua, utilizzata come antico ma sempre attuale metodo di cura.

Verso la metÓ dell'Ottocento Giulia, intraprendente e coraggiosa, vive una meravigliosa e intrigante avventura umana e spirituale. La figura della giovane donna che Ŕ in lei si sovrappone sovente con la sua parte bambina, rimasta integra e trasparente.

La sua sensibilitÓ e il suo profondo amore per tutto quanto appartiene alla natura si fonde con le conoscenze erboristiche dei suoi nonni. Queste figure familiari hanno spinto Giulia a dedicare la sua vita alla ricerca di metodologie che aiutino le persone a ritrovare la salute del corpo e dell'anima.

Superando ogni sorta di pregiudizio, Giulia entra in un mondo medico ancora esclusivamente maschile che le permette di approfondire le intuizioni che hanno accompagnato la sua infanzia. Attraverso un viaggio sospeso tra il sogno e la realtÓ, viene a contatto con vari personaggi della civiltÓ egizia, greca e romana che utilizzavano l'acqua per prevenire e curare.

Ripercorrendo gli avvenimenti storici, Giulia rivive l'alternarsi di glorie e disonori che nel corso dei secoli hanno permesso alle terapie idriche di raggiungere massimi splendori.

Grazie agli studi e alle ricerche effettuate da illustri medici e da sapienti professori, Giulia sente dentro di sÚ l'incontenibile desiderio di approfondire l'uso dell'acqua per guarire gravi patologie. Il magico incontro con Priessnitz marchia in maniera indelebile la sua anima: Giulia simbolicamente vicina al cuore dell'empirico personaggio di Graefenberg, decide di proseguire il suo operato nelle migliori strutture idroterapiche del suo tempo che, soprattutto nel Biellese, attiravano migliaia di malati da ogni parte d'Italia.

Condividendo la vita quotidiana con i medici dello stabilimento idroterapico biellese, impara i loro "segreti" per raggiungere, grazie all'acqua e ad una visione globale dell'individuo umano, una vera, diversa e duratura guarigione.

Il suo interesse scientifico la conduce a Woerishofen per conoscere l'abate Kneipp, padre dell'idroterapia, che con i suoi metodi di cura valorizza le virt¨ salutari dell'acqua abbinate a vari rimedi erboristici. Affascinata, Giulia si stupisce dell'estrema validitÓ e semplicitÓ della "filosofia" di queste cure.

I principi che le vengono insegnati da Priessnitz e da Kneipp la rendono consapevole di come la veritÓ profonda, sovente disprezzata, sia invece manifesta e tangibile vicino a noi.

"Sorella Acqua" Ŕ una sorta di diario immaginario e itinerante, a tratti illuminato da riflessioni intuitive, ma nello stesso tempo profonde e razionali, che risvegliano nel cuore di ognuno antiche veritÓ.

 

Caro lettore,

leggendo attentamente tra le righe sarai in grado di ascoltare il messaggio simbolico che Giulia, trasportata dal fluire dell'acqua ti vuole regalare. Lo sentirai diventare parte integrante di te, scorrere nelle tue vene e nel tuo corpo come energia vitale in grado di trasmetterti semplici ma preziosi insegnamenti. Puoi lasciarti condurre dal sogno, dall'empirismo medico, dalla metodologia scientifica o da quanto Ŕ per te necessario comprendere in questo momento, escludendo tutto quello che ritieni superfluo, ma in qualsiasi caso le parole che raggiungeranno il tuo cuore saranno quelle che intuitivamente sentirai reali e sincere.

 

L'autrice